L.Spampinato - Elaborazione su una sonnambula ritrovata

Elaborazione su una sonnambula ritrovata, per violino e arpa

Letizia Spampinato/Revisione di Cristina La Bruna

 

 

Premessa

 

Il brano Elaborazioni su una Sonnambula ritrovata è ispirato a Bellini, liberamente tratto dall'opera La Sonnambula e precisamente da frammenti melodici del duetto "Prendi: l'anel ti dono" I atto e  "Ah non credea mirarti" (Finale) II atto. 

La melodia del canto è trasformata e variata al violino attraverso cromatismi, salti melodici e dissonanti ed effetti timbrici elaborati a tal punto da non renderla spesso riconoscibile. L'arpa realizza un accompagnamento in cui i ritmi stravolgono i modelli belliniani unitamente alla quadratura ritmica usata in quel tempo. Si creano talvolta "grumi sonori" che verranno trasportati, rivoltati e usati in successioni dissonanti su vari frammenti di scale cromatiche.

Dal punto di vista compositivo si approfondiscono e si ampliano gli elementi contenuti in tutti i parametri musicali, in particolare il ritmo, la sonorità, l'armonia e la melodia.

L'accompagnamento diventa spesso ostinato, con varie elaborazioni di gruppi irregolari che creano un insieme timbrico quasi ipnotico e surreale.

La struttura formale è in tre sezioni principali precedute da una lunga introduzione arpistica. All'interno del brano si realizzano brevi sottosezioni spesso affidate all'arpa. Nella coda finale emerge un nuovo aspetto ritmico, timbrico e fantasioso che esprime, in contrasto con il modello originale, un momento di trasgressione ispirato agli innumerevoli effetti timbrici dell'arpa.

Segue un breve estratto delle principali melodie originali di Bellini che hanno dato spunto alla creazione di questa composizione.

 

 

Euro 10,00

 

Il testo è disponibile presso Musica d'Arpa